newspaper1920x620

GDP news

Finanza agevolata | opportunità | tecnologia.
Tutte le novità per la tua impresa.

TITOLO VI REGIONE PUGLIA - AIUTI PER LA TUTELA DELL'AMBIENTE

TITOLO VI REGIONE PUGLIA - AIUTI PER LA TUTELA DELL'AMBIENTE

Come anticipato dal nostro blog, la Regione Puglia ha pubblicato l'avviso TITOLO VI – AIUTI PER LA TUTELA DELL'AMBIENTE. Il bando prevede contributi a fondo perduto fino al 41,2% e finanziamenti agevolati per gli investimenti in ambito energetico realizzati da micro, piccole e medie imprese operanti sul territorio pugliese. Per questa misura la regione Puglia ha stanziato 60 milioni di Euro che potranno essere incrementati successivamente.

Vediamo nel dettaglio il funzionamento della misura.


​BENEFICIARI

Possono presentare domanda di agevolazione le imprese di micro, piccola e media dimensione che intendono realizzare interventi di efficiantamento energetico in unità produttive collocate in Puglia.

I soggetti proponenti devono essere costituiti e iscritti al registro delle imprese e devono svolgere una delle attività rientranti nei codici ATECO agevolabili riportati nel bando.

Sono esclusi i seguenti settori:

  • pesca e acquacoltura;
  • costruzione navale;
  • industria carboniera;
  • siderurgia;
  • fibre sintetiche;
  • produzione primaria di prodotti agricoli.


​TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI

La misura prevede aiuti agli investimenti riguardanti:

  • a) efficienza energetica;
  • b) cogenerazione ad alto rendimento;
  • c) produzione di energia da fonti rinnovabili.
I progetti di investimento devono obbligatoriamente prevedere la tipologia di efficienza energetica con un minimo del 2% di risparmio di energia.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili a finanziamento sono:

  • a) opere murarie strettamente connesse ed indispensabili per l'installazione di quanto al punto b);
  • b) macchinari, impianti e attrezzature varie;
  • c) spese di progettazione ingegneristica e di direzione lavori nel limite del 5% dell'investimento;
  • d) le spese per la redazione della diagnosi energetica ex ante e della relazione finale dei risultati conseguiti nei limiti dell'1,5% degli investimenti ammissibili (massimo di € 10.000,00);
  • e) interventi sugli involucri edilizi (coibentazione, pareti, coperture e pavimenti, serramenti, infissi, porte, etc.) nel limite massimo del 20% della spesa complessiva.
Il limite del 20% previsto per gli interventi sugli involucri edilizi non si applica per le imprese operanti nel settore turistico.

FORMA ED INTENSITA' DELL'AIUTO

Il bando prevede la copertura finanziaria del 100% dell'investimento secondo le seguenti percentuali:

  • 30% mutuo a carico del Fondo Efficientamento Energetico Mutui (finanziamento agevolato);
  • 40% Sovvenzione diretta (contributo a fondo perduto);
  • 30% mutuo a carico della banca finanziatrice.
Per le aziende con rating di legalità è prevista una premialità aggiuntiva pari al 20% dell'importo finanziato che innalza la percentuale di contributo a fondo perduto al 41,2%.

SOGLIE DI INVESTIMENTO E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

I progetti presentati devono prevedere spese ammissibili non inferiori a 80.000,00 Euro e conseguire un risparmio di energia primaria pari al 10% del fabbisogno delle unità locali oggetto di intervento.

Le agevolazioni saranno calcolate, indipendentemente dall'ammontare del progetto ammissibile, sull'importo massimo di € 4.000.000,00 per le medie imprese e di € 2.000.000,00 per le piccole e micro imprese.

Pertanto, il contributo a fondo perduto massimo erogabile è pari a:

  • 800.000,00 Euro per le piccole e micro imprese;
  • 1.600.000,00 per le medie.
Il piano di investimento deve essere completato entro 18 mesi dalla data di concessione delle agevolazioni.
Per maggiori informazioni, scarica la scheda informativa del Titolo VI regione Puglia.

pdf
File Name: Scheda-Informativa-TITOLO-VI.pdf
File Size: 339 kb
Download File

​MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande di agevolazione devono essere presentate da un Istituto Bancario o da un Confidi attraverso apposita procedura telematica che assegnerà un codice alla pratica.

Una volta ottenuto il numero di protocollo, l'azienda richiedente potrà inserire nel portale tutte le informazioni relative al progetto.

Il Titolo VI è un bando a sportello, pertanto i progetti verranno analizzati in ordine cronologico e finanziati fino ad esaurimento delle risorse stanziate dalla regione Puglia.

Domande a partire dal 19 settembre 2017.

Per un'analisi di fattibilità gratuita del tuo progetto, clicca su richiedi info e compila il form.

Sarai contattato da un nostro esperto che risponderà a tutte le tue domande.

MIUR - AIUTI AI PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E ...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

GDP idee blue def

Ipse dixit

"Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E’ nella crisi che sorgono l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato."

Albert Einstein

Chi siamo

La G di Giannini, la D di Di Michele, la P di Pagone. Nasce così, a marzo 2005, la GDP Consulting srl. In oltre dieci anni di attività, ci siamo occupati di sviluppo sistemi informativi e abbiamo accumulato importanti esperienze in ambito di progettazione per bandi di finanza agevolata. Innovazione, tecnologia e finanziamenti alle PMI sono il nostro core business.

GDP Consulting: idee e strumenti per la crescita aziendale.

Mail: info@gdpconsulting.it

Tel: 328/94.70.242

Privacy Policy

Dove siamo